Scroll to top

La Spin-off si occupa:

effettuata in ottemperanza alle linee guida ISO 14040:2006. L’analisi LCA è una metodologia gestionale per l’ambiente riferita ad un determinato sistema di prodotto (servizio, processo o attività) che consente di identificarne aspetti ambientali, potenziali impatti ed opportunità di miglioramento. L’elemento di distinzione dell’LCA risiede nell’approccio totalmente innovativo di analisi dei sistemi industriali. L’output finale reso da una LCA può essere oggetto di comparazione tra sistemi assolventi alle medesime funzioni oppure come documento di individuazione delle fasi critiche di un sistema, sul quale impostare delle linee programmatiche di miglioramento.

secondo la norma ISO 14064 – ISO 14069. Il GHG Inventory è un programma strategico basato su inventario delle emissioni di gas serra di ogni organizzazione produttiva, al fine di evidenziare eventuali livelli emissivi elevati, rilevando a quali parti di processo queste emissioni siano attribuibili. Questo inventario è base essenziale su cui programmare delle attività di miglioramento volte alla diminuzione misurabile delle emissioni clima alteranti.

effettuata in conformità con la norma ISO 14067:2018. La CFP è una misura che esprime un dato in termini di CO2 equivalente, relativo alla quantità di gas serra prodotti direttamente o indirettamente durante il ciclo di vita di un prodotto o di un servizio. La misurazione della CFP si basa sulla stima dei consumi di energia e materie prime per la realizzazione di un dato output. Il report derivante da questa analisi permette di individuare le criticità del processo produttivo legate ad emissioni climalteranti di gas serra.

Analisi termografica

Analisi termografica

Condotta da personale qualificato mediante l’utilizzo di strumentazione all’avanguardia applicabile in vari settori, dall’edilizia sino al rilievo ambientale degli inquinanti, in diverse matrici sito specifiche.

Analisi della concentrazione di polveri sottili aerodisperse

Analisi della concentrazione di polveri sottili aerodisperse

PM 10, PM 2,5 e PM 1,0 attraverso contatore di particelle tecnologicamente avanzato posizionabile come stazione fissa o mobile con differenti layout applicativi, programmato ed utilizzato da personale formato per questa tipologia di rilievo.

Sviluppo di modelli di applicazione della Simbiosi Industriale

Sviluppo di modelli di applicazione della Simbiosi Industriale

Contesti produttivi per la valutazione delle opportunità di reimpiego delle materie prime secondarie in nuovi processi produttivi.

Diagnosi energetica in ambito industriale

Diagnosi energetica in ambito industriale

Effettuata attraverso l’applicazione di strumentazione avanzata come sistemi di monitoraggio in remoto di reti energetiche.

Un documento rivolto ad industrie, pubbliche amministrazioni e soggetti interessati all’interno del quale viene definita la qualità ambientale di un prodotto piuttosto che di un processo rispetto a determinati standard predefiniti; la base per la valutazione finalizzata all’ottenimento dell’EPD è l’LCA – Life Cycle Assesment mentre gli standard qualitativi e metodologici sono definiti nelle ISO prima citate. Tale certificazione risulta già obbligatoria in determinati mercati come ad esempio quello francese ma la spendibilità si estende anche alla comunicazione con il pubblico e gli stakeholder rispetto alla divulgazione delle caratteristiche ambientali di quel prodotto.

In conformità con la raccomandazione C.E. del 9/4/2013 (2013/179/UE) l’obiettivo di PEF ed OEF è quello di fornire informazioni utili alla riduzione degli impatti ambientali di prodotti e servizi (PEF), Organizzazioni (OEF). La valutazione degli elementi necessari per questa analisi parte proprio dall’LCA, studiando la catena di approvvigionamento alla base della realizzazione di un prodotto o di un servizio. Gli impieghi delle analisi PEF ed OEF sono svariati, partendo dalle applicazioni interne questi studi fungono da sostegno alle politiche aziendali di miglioramento, all’esterno trovano applicabilità come metodo di informazione per gli stakeholder.

Ispezione multisettoriale tramite utilizzo di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto :

(droni) con payload specifici applicabili in diversi ambiti, tramite sensori ottici HD, sensori termografici IR e gas detector effettuata da personale in possesso di tutte le certificazioni e le abilitazioni necessarie per la conduzione e l’utilizzo a scopo professionale di SAPR. Nello specifico i sensori tecnici di cui disponiamo sono i seguenti:

    • sensori ottici HD: Ispezione ottica tramite SAPR dotato di camera HD con zoom ottico altamente performante e produzione di output foto/video per specifiche analisi di qualsiasi genere di soggetto (es. tralicci di alta tensione, suolo, pareti esterne di fabbricati, superfici inclinate e/o piane come tetti e coperture, infrastrutture viarie, pannelli fotovoltaici, impianti eolici inshore ed offshore, discariche o abbancamenti di rifiuti incontrollati, ecc.);
    • sensori termografici IR: Ispezione termografica tramite utilizzo di termocamera IR equipaggiata su SAPR per rilievo di anomalie, con applicabilità in campo edile, industriale, ambientale e di sicurezza;
    • gas detector: Ispezione volta al rilievo della presenza di emissioni fuggitive di gas metano al suolo, tramite strumento methane detector di ultima generazione progettato ed implementato su SAPR proprio per l’individuazione di emissioni fuggitive in siti come discariche, impianti di trattamento rifiuti, impianti di produzione-impiego di biogas, infrastrutture di produzione-distribuzione di gas metano.

I nostri esperti sono a tua disposizione

Richiedi una consulenza